• erboristeria_03.jpg
  • erboristeria_05.jpg
  • erboristeria_01.jpg
  • erboristeria_06.jpg
  • erboristeria_02.jpg
  • erboristeria_04.jpg
  • Cogli la rosa quando è il momento, che il tempo vola e lo stesso fiore che sboccia oggi, domani appassirà.
  • L'erbaccia è una pianta di cui non sono state ancora scoperte le virtù.
  • Il fiore si nasconde nell'erba, ma il vento sparge il suo profumo.
  • Tutta l'arte è imitazione della natura.
  • Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
  • L'amore è un bellissimo fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull'orlo di un precipizio.

Ginkgo Biloba, foglie verdi - Taglio tisana 100 gr

3,50 €
Confezione

Produttore: Impero Natura
Descrizione

Costituenti chimici

  • Ginkgolidi (A, B, C);
  • Glucosidi flavonoidici (kampferolo, quercetina, isoramnetina, acido cumarico, catechine, proantocianidine);
  • Flavoni (apigenina, luteolina);
  • Flavanoli;
  • Polisaccaridi;
  • Alcoli;
  • Chetoni;
  • Aldeidi;
  • Fenoli.

Proprietà

Il meccanismo d'azione del ginkgo è complesso e consiste nella riduzione degli spasmi arteriolari, nel miglioramento degli scambi di ossigeno e glucosio con i tessuti, nell'effetto antiossidante a livello tissutale, e nella inibizione del PAF e della sintesi del NOS.
Indicazioni cliniche del Ginkgo Biloba sono: deterioramento mentale, prevenzione e cura dell'aterosclerosi e delle sue manifestazioni, arteriopatie obliteranti degli arti inferiori, cerebrovasculopatie, cardiopatia ischemica, malattia di Raynaud, vasculiti, insufficienza vertebrobasilare, acufeni e sindromi vertiginose in genere, microangiopatia diabetica, ipertensione arteriosa e retinopatie. Il Ginkgo Biloba è indicato anche nella prevenzione dei danni da fumo e delle trombosi venose.

Effetti collaterali

Ad alti dosaggi, o per l'impiego di estratti non purificati da acidi ginkgolici, dopo l'assunzione si possono lamentare disturbi a carico dell'apparato digerente, con nausea, vomito, diarrea e cefalea; inoltre, sono possibili reazioni allergiche. Sono stati descritti tre casi isolati di sindromi emorragiche (cerebrali e oculari) in pazienti che stavano assumendo Ginkgo Biloba: un ematoma subdurale bilaterale, un caso di ematoma subdurale spontaneo, e un caso di emorragia subaracnoidea.

Controindicazioni

Evitare l'assunzione di Ginkgo Biloba in caso di pazienti con turbe della coagulazione od ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Interazioni farmacologiche

  • possibili interazioni con acido acetil-salicilico, warfarin, acetaminofene, caffeina ed ergotamina, ma anche con preparati erboristici a base di aglio e/o salice;
  • possibile interazione con altre piante ad attività antiaggregante, pentossifillina, ticlopidina e trombolitici, con aumento del rischio di emorragie;
  • I-MAO: possibile potenziamento del farmaco;
  • papaverina: potenziamento degli effetti del farmaco sui corpi cavernosi;
  • tiazidici: descritto un caso di ipertensione arteriosa in paziente che stava assumendo diuretici tiazidici e contemporaneamente Ginkgo biloba;
  • induttore enzimatico su alcuni citocromi;
  • potenzia i seguenti farmaci: nifedipina, diltiazem, digossina, antiaggreganti, papaverina, trazodone;
  • riduce l'effetto di omeprazolo, tiazidici, nicardipina, aloperidolo, ipoglicemizzanti sia insulina che antidiabetici orali;
  • evitare l'associazione con meliloto, aglio e piante contenenti salicilati;
  • evitare associazioni del Ginkgo Biloba con antiaggreganti piastrinici ed anticoagulanti, pentossifillina, ticlopidina, trombolitici: possibile aumento del rischio di emorragie.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.

spedizioni spedizione-gratuita prodotti-erboristici

loghi-banner

marchietti